Glossario

Home

Grandi opere sul territorio

In questa sezione ci occupiamo del monitoraggio delle grandi opere infrastrutturali che interessano il territorio della Provincia di Lucca (strade, ferrovie, aeroporti, porti).

CRONISTORIA ASSI VIARI LUCCA.
Il 21 dicembre 2001 con delibera 121 “Legge Obiettivo: 1° programma delle infrastrutture strategiche” il CIPE prevede interventi sul sistema di attraversamento Nord Sud dei Valichi Appenninici, comprendenti tra l'altro l'ammodernamento della SS 12 Abetone e del Brennero. Successivamente, per tale finalità, il 18 aprile 2003 il Governo e Regione Toscana firmano l'intesa quadro. Nel 2005, all'interno del documento allegato al DPEF, il Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti individua il complesso degli interventi stradali di interesse statale riguardanti il territorio della Provincia di Lucca, il così detto “Sistema Tangenziale di Lucca”. Tali interventi sono previsti anche all'interno delle opere infrastrutturali ANAS di nuova realizzazione 2007-2011, per un importo complessivo di 482 milioni di € e previsione di appaltabilità nel 2011.
Negli ultimi anni l'argomento è stato nuovamente affrontato prevedendo (Gennaio 2010), all'interno dell'atto aggiuntivo all'Intesa tra Governo e Regione Toscana, il potenziamento della viabilità Est di Lucca comprendente i collegamenti fra Ponte a Moriano e i caselli dell'A11 Frizzone e di Lucca est per un importo di 200 milioni di €, con progetto da adeguare tenendo conto degli studi elaborati dalla Provincia di Lucca e del Protocollo di intesa tra Provincia di Lucca e Comuni interessati del 6 marzo 2008.
Il 14 Aprile 2011 è stato sottoscritto un nuovo protocollo d'intesa tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, la Regione Toscana, la Provincia di Lucca, l'ANAS Spa, i Comune di Capannori e Lucca. L'obiettivo di questo protocollo è di definire il quadro delle priorità, le modalità operative e i corrispondenti impegni dei soggetti sottoscrittori in ordine al rapido avvio e all'adeguamento progettuale, nonché la realizzazione degli interventi, in particolare per quanto riguarda la viabilità Est di Lucca. All'interno del protocollo si prevedono due organi di monitoraggio, indirizzo e controllo: il Comitato istituzionale ed il Comitato tecnico.
Il 16 giugno 2011 è stato sottoscritto dalla Regione Toscana e dal Governo l'aggiornamento dell'intesa generale quadro Stato Regione “ Per il coordinamento e la realizzazione delle infrastrutture strategiche con indicazione delle principali priorità”. Nelle priorità immediate di finanziamento sono previsti gli interventi sulla SS12 e sulla viabilità est di Lucca, opera ritenuta strategica per la mobilità della Piana lucchese e per le quali sono necessari, come già sopra citato, 200 milioni di €.
La Regione Toscana ha convocato il 21 novembre 2011 il Comitato Tecnico ed il 25 novembre 2011 il Comitato Istituzionale, incaricando il primo di fornire integrazioni e indicazioni preliminari alla progettazione presentata da ANAS (costo totale stimato quasi 270 milioni di euro). Il 22/4/13 la Giunta regionale ha espresso parere favorevole alla localizzazione delle nuove opere a Lucca e Piana, ritenendole coerenti con gli atti di programmazione regionale. Il 19 dicembre 2013 si è svolto un incontro pubblico in Provincia con cui è stato avviato il periodo di raccolta delle osservazioni sul procedimento di V.I.A. periodo che si è concluso il 6 febbraio 2014.
Nel giugno 2014 Anas, come richiesto dalla Provincia, ha presentato alcune integrazioni al progetto, sulle quali è stato possibile presentare osservazioni fino al 6 ottobre 2014 (proroga). Il 15/12/14 la regione approva lo schema di accordo per la realizzazione del sistema tangenziale, partecipa con 2 mln a valere bilancio 2014 e 15 mln bilancio 2015 fatta salva approvazione definitiva del Consiglio.FerrovieIl DL 133/2014 convertito con modiche dalla legge 164/2014 ha previsto ladozione di un decreto da parte del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, per il finanziamento del raddoppio della linea ferroviaria Lucca Pistoia, individuandola come intervento cantierabile entro il 31 agosto 2015 e prevedendo un finanziamento di € 215 milioni. Il Documento Annuale di Programmazione 2015 della Regione ha successivamente previsto l'avvio delle opere per il raddoppio della tratta Pistoia-Montecatini Terme con uno stanziamento di 35 mln per un primo stralcio lavori (per un costo totale di 43 mln), comprendenti interventi di adeguamento tecnologico sulla tratta, opere sostitutive di passaggi a livello inclusi nel progetto di raddoppio della tratta comprensive della relativa viabilità mentre la successiva legge regionale finanziaria n. 37/2015 ha previsto il concorso finanziario regionale per un importo massimo di € 12,5 milioni per gli anni dal 2017 al 2036.Con delibera di Giunta n. 462 del 7 aprile 2015 la Regione ha approvato lo schema di convenzione con R.F.I., che prevede da cronoprogramma la messa in servizio di tutta la tratta raddoppiata Lucca Montecatini entro il 2020.

 

torna indietro