Tu sei qui

Variazioni

La normativa regionale non prevede adempimenti a carico delle imprese individuali. Ogni tipo di variazione (sede, residenza del titolare, apertura di unità locali, ed altro) che non comporti la perdita dei requisiti artigiani deve essere comunicata solamente al Registro delle Imprese.

Le società artigiane sono tenute a comunicare tramite apposita pratica telematica solo le seguenti modifiche:

  • l'ammissione di soci partecipanti al lavoro
  • la variazione della partecipazione al lavoro da parte di soci (passaggio da socio lavorante a non lavorante e viceversa). Solo nel caso di passaggio a socio non lavorante, allegare la corrispondente variazione INAIL o altra documentazione idonea a documentare la perdita del requisito arigiano in capo al socio interessato
  • il recesso di socio partecipante (solo per le società cooperative)

E' obbligatorio per le variazioni di società cooperative allegare la "dichiarazione sostitutiva per cooperative" riportante la situazione aggiornata dei soci. Nel caso di iscrizione di nuovi soci, alla pratica devono essere allegati gli eventuali titoli richiesti per lo svolgimento di particolari attività.

Le società artigiane non sono invece tenute a comunicare all'Ufficio Artigianato il recesso di soci lavoranti a seguito di atto notarile depositato presso il Registro delle Imprese. Sarà infatti sufficiente il deposito dell'atto modificativo da parte del notaio presso il Registro. Senza ulteriori adempimenti a carico dell'impresa, l'ufficio Artigianato provvederà all'aggiornamento degli elenchi previdenziali artigiani presso l'INPS.

Come si fa la modifica della partecipazione dei soci all'attività di impresa

La modifica deve essere fatta dal legale rappresentante o da eventuali procuratori generali o speciali entro 30 gg. dall'evento o fatto che determina la modifica. Nel caso di soci non appartenenti all'Unione Europea che iniziano la partecipazione deve essere allegato la copia del permesso di soggiorno.

Per saperne di più consultare la Guida Unica