Tu sei qui

Trasferimento di quote di srl: procedura

L’atto di trasferimento delle partecipazioni è necessariamente di natura informatica e deve essere sottoscritto mediante utilizzo di dispositivo di firma digitale sia da parte del cedente che del cessionario (o comunque da tutti i soggetti che a vario titolo intervengono nella formazione dell’atto).

Il documento creato generalmente con Word deve essere convertito in formato immodificabile PDF/A, accettato dal registro delle imprese. Il file deve essere sottoscritto digitalmente dai contraenti (file con estensione .p7m). Con l’ultima delle sottoscrizioni è apposta anche la marcatura temporale (software Dike – “firma e marca” oppure “marca”). La data della marcatura temporale è la data dell’atto. Il file assume l’estensione .m7m.

Registrazione dell’atto all'Agenzia dell'Entrate

Per poter essere depositato al Registro delle imprese, l’atto deve essere già stato sottoposto a registrazione da parte della competente Agenzia delle Entrate. Per le modalità operative si rimanda alle circolari dell’Agenzia delle Entrate e alla guida operativa redatta dall’ordine dei dottori commercialisti.

Termine per l’iscrizione dell’atto

Il termine di 30 gg. per il deposito dell’atto al registro delle imprese decorre dalla data in cui viene apposta la marcatura temporale.

Ufficio competente

Ufficio del RI della provincia nella quale è ubicata la sede legale della società.

Soggetto obbligato al deposito

Unico soggetto obbligato ad effettuare il deposito dell’atto informatico sottoscritto digitalmente è l’intermediario “abilitato ai sensi dell’art. 31 comma 2 quater della legge 24 novembre 2000, n. 340”, ossia un dottore commercialista per ciò incaricato. Di conseguenza, la sanzione amministrativa per ritardato deposito dell’atto (art. 2194), deve essere applicata dall’ufficio Registro imprese a carico del dottore commercialista incaricato del deposito.

Nella distinta della pratica S6 nei campi “Il sottoscritto” e “In qualità di” devono essere riportate le generalità dell’intermediario incaricato.

Domanda di iscrizione dell’atto per via telematica

La domanda di iscrizione è disposta dal dottore commercialista incaricato mediante compilazione informatica del modulo S6 firmato digitalmente dal professionista. Nella distinta Fedra Plus devono essere riportate le generalità dell’incaricato e come qualifica “Incaricato ai sensi dell’art. 31 comma 2 quater della legge 24 novembre 2000, n. 340”. Deve essere compilato il quadro B - estremi dell’atto, codice forma atto “S” (scritta), codice atto-A18.

Nel quadro Note lo stesso deve dichiarare, a norma degli art. 46 e 47 del D.P.R. 445 del 2000, di essere regolarmente iscritto all’ordine dei DCEC e che a suo carico non sussistono provvedimenti disciplinari ostativi all’esercizio della professione.

“Il sottoscritto ……………., nato a il ../../…, consapevole delle responsabilità penali previste in caso di falsa dichiarazione, ai sensi degli articoli 46 e 47 del DPR n. 445/2000, dichiara di essere iscritto nella sezione A Commercialisti dell’Albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di ……… al numero ……… Dichiara, inoltre, di non avere a proprio carico provvedimenti disciplinari ostativi all’esercizio della professione e di espletare il presente incarico su designazione delle parti contraenti.”

Non occorre questa dichiarazione solo nel caso in cui il dottore commercialista utilizzi il dispositivo di firma digitale rilasciato dal Consiglio Nazionale dei DCEC o da altro certificatore accreditato che attesti la qualifica di chi sottoscrive e l’appartenenza ad un ordine provinciale. In questa ipotesi è sufficiente la dichiarazione dell’incarico ottenuto dalle parti contraenti (quadro Note o allegazione del file).

Allegati

  • File generato dal sistema Entratel con estensione “rel.p7m” che contiene al suo interno l’atto di trasferimento sottoscritto digitalmente dalle parti e dal professionista, la marca temporale nonché gli estremi di registrazione dell’atto stesso;
  • Incarico dato al commercialista dalle parti contraenti per la registrazione (può mancare in presenza di dichiarazione sostitutiva della designazione, vedi sopra frase Note della distinta Fedra Plus).

Ambito di applicazione dell’art. 36 della legge 133/08

La procedura sopra indicata trova applicazione con riferimento agli atti di trasferimento della piena proprietà per atto tra vivi a titolo oneroso.