Tu sei qui

Sostegno a progetti innovativi strategici o sperimentali

Agevolazioni per progetti innovativi di carattere strategico o sperimentale

La Regione Toscana con il presente bando, in attuazione delle linee di azione 1.1.2b e 1.1.3 del POR FESR 2014-2020, dispone la concessione di contributi alle aggregazioni di imprese per la realizzazione di progetti innovativi di carattere strategico o sperimentale

Beneficiari

Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI), in forma aggregata o associata in ATS, ATI, Reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto), Reti di imprese senza personalità giuridica (Rete-Contratto), Consorzi,  esercenti un’attività economica rientrante in uno dei Codici ATECO ISTAT 2007 individuati nella deliberazione della Giunta regionale n.643 del 28/07/2014 e dalla stessa distinti nelle sezione di raggruppamento del Manifatturiero (che comprende industria, artigianato, cooperazione e altri settori) e del Turismo, commercio ed attività terziarie.

Oggetto

Concessione di contributi, a fondo perduto, nelle seguenti misure, espresse in percentuale sulle spese ammissibili:

  • 60% per le medie imprese;
  • 70% per le piccole imprese;
  • 80% per le micro imprese.

Sono ammessi a contributo i progetti che prevedono una combinazione di servizi avanzati e qualificati compresi nell'apposito catalogo regionale (allegato al bando stesso), da ricondurre ai seguenti interventi:

  • attività innovative di accompagnamento e consolidamento - audit tecnologico e industriale, assunzione di temporary manager, potenziamento sistemi di raccordo tra supply chain e committenza, tutoraggi industriali (accordi impresa committente/microimpresa- start up);
  • percorsi advanced manufacturing o industria 4.0 coerenti con le road map nazionali e con le RIS3 Toscana;
  • attività per l'innovazione commerciale ed il presidio strategico dei mercati nonché innovazione dei processi e dell'organizzazione con sperimentazione di pratiche di innovazione sociale.

Il costo complessivo del progetto non può essere inferiore a 40.000 euro; la spesa massima ammissibile per ciascuna impresa partecipante non può essere superiore a 100.000 euro.

Le domande di aiuto devono essere presentate esclusivamente on-line attraverso il sito di Sviluppo Toscana Spa  a partire dalle ore 09,00 del 01/12/2016 e fino ad esaurimento delle risorse, con scadenze semestrali di valutazione (31/03 e 30/09 di ogni anno).