Tu sei qui

Requisiti per l'esercizio dell'attività di Agenti di affari in mediazione

Per l'avvio dell'attività di Agenti e Rappresentanti di Commercio c'è l'obbligo del possesso dei requisiti professionali e morali.

Requisiti Generali

maggiore età; godimento dei diritti civili; cittadinanza italiana o UE con residenza ovvero domicilio professionale in provincia; residenza nel territorio della Repubblica Italiana per i cittadini extracomunitari in possesso di permesso di soggiorno in corso di validità; diploma di scuola media superiore di qualunque ordine e grado.

Qualora il titolo di studia sia conseguito fuori dal territorio italiano deve essere presentato il Decreto di riconoscimento del Ministero dello sviluppo economico.

Requisiti morali

  • non essere stato dichiarato fallito, salvo che non sia intervenuta la chiusura del fallimento;
  • non essere stato sottoposto a misure di prevenzione definitive ai sensi della normativa per la lotta alla delinquenza mafiosa;
  • non essere interdetto o inabilitato e non aver subito condanne per delitti contro la pubblica amministrazione, l’amministrazione della giustizia, la fede pubblica, l’economia pubblica, l’industria e il commercio ovvero per delitto di omicidio volontario, furto, rapina, estorsione, truffa, appropriazione indebita, ricettazione e per ogni altro delitto non colposo per il quale la legge commini la pena della reclusione non inferiore, nel minimo, a due anni o, nel massimo, a cinque anni, salvo che non sia intervenuta la riabilitazione penale.

Requisiti Professionali

Aver frequentato un corso di formazione professionale ed aver superato un esame diretto ad accertare l'attitudine e la capacità professionale dell'aspirante in relazione al ramo di mediazione prescelto.