Tu sei qui

Premiati Anno 2011

Sabato 10 settembre 2011 alle ore 10:30 Sala Fanucchi della Camera di Commercio. La manifestazione, nata nel 1970 su iniziativa della Camera di Commercio e dell'Associazione Lucchesi nel Mondo, è stata presentata nel corso di una conferenza stampa alla quale sono intervenuti il presidente della Camera di Commercio, Claudio Guerrieri, il presidente dell'Associazione, Alessandro Pesi, e la Vice Presidente Ilaria Del Bianco.

I premiati

Vania Amorim Nata nel 1963 a Maceiò, in Brasile, si laurea in design industriale e comunicazione visiva. Ottenuto il master in web design and strategy consegue una ulteriore specializzazione presso l’Istituto europeo di design di Roma. Lavora per la rete televisiva Santa Cruz dal 1988 al 1992 e successivamente per Globo Tv, la più importante rete televisiva brasiliana, come direttore della produzione commerciale. Oltre ad aver seguito molte campagne pubblicitarie per aziende private è particolarmente coinvolta nei progetti di promozione turistica della sua città e nello sviluppo dei rapporti tra questa e la città di Lucca. Pronipote di Luigi Lucarini, architetto lucchese che emigrato a Maceiò agli inizi del secolo ha progettato i più importanti edifici pubblici, ha a lui ed alle sue opere dedicato un libro.

Baldo Baldi Nato ad Olivos, Buenos Aires, nel 1935, si laurea in architettura con lode nel 1962, vincendo una borsa di perfezionamento in Urbanistica presso l’Università di Roma. Dal 1964 al 2009 esercita la professione di architetto assieme ad alcuni colleghi. Dal 1964 al 1974 è professore di arte ed architettura presso l’Università Cattolica di Santa Fè, di cui è per un biennio anche vice rettore.
Nel corso della sua attività ha svolto numerose conferenze, pubblicato articoli su riviste specializzate. Una volta in pensione si è dedicato con passione allo sviluppo delle attività culturali dell’Associazione Toscani Lucchesi nel Mondo di Buenos Aires ed in particolare all’organizzazione dei corsi di lingua italiana, importante veicolo per tramandare il patrimonio culturale della nostra terra alle nuove generazioni, tenendo tra l’altro lui stesso alcuni dei corsi.

Mario Carlos Biagi Nato nel 1956, da una famiglia originaria di Villa Basilica, il nonno Vittorio emigrò in Argentina nel 1907 dedicandosi a La Plata al commercio di alimentari e bibite nel proprio negozio denominato “Il Toscano”. Mario, dopo il diploma, entra nell’Amministrazione dello Stato e consegue poi la laurea nel 1991 quale procuratore legale presso l’Università nazionale di La Plata.
Dal 1999 è designato avvocato presso la suprema Corte di Giustizia della Provincia di Buenos Aires, prestando servizio presso il Settore di Controllo ed Ispezione. Dal 2002 incaricato quale avvocato Ispettore della Suprema Corte di Giustizia è attualmente Prosegretario della Suprema Corte di Giustizia. Nel contempo ha tenuto la docenza di numerosi corsi e master, pubblicando interventi e dissertazioni specialistiche.

Lucas Del Chierico Nato a Rosario, Argentina, nel 1980, fin dalla sua infanzia ha respirato nella sua casa “aria di Lucca”, apprendendo dal nonno Luigi e dal padre Enrico, l’amore per la Lucchesia e per la sua storia. Fin da adolescente si è impegnato con grande entusiasmo nell’organizzazione delle tante iniziative portate avanti dal Centro Toscano di Rosario: su sua spinta nacque nel 1996, il gruppo giovanile dell’Associazione di cui è stato presidente sino al 2003 costituendo tra l’altro il Gruppo storico e quello degli sbandieratori in costume. Per le sue doti organizzative, relazionali e per l’intraprendenza è stato eletto coordinatore delle associazioni giovanili del Sud America ricoprendo questa carica dal 2003 al 2010 e contribuendo in modo fondamentale alla nascita di nuovi gruppi giovanili ed al recupero da parte delle nuove generazioni del patrimonio culturale della terra d’origine. Laureato in Comunicazione presso l’Università Nacional di Rosario, lavora attualmente presso una importante radio della propria città ed è stato nominato assistente alla cattedra di produzione radiofonica presso la stessa Università di Rosario.

Silvio Gaggini Nato a Bruxelles nel 1935 è il discendente di una dinastia di figurinai di Vico Pancellorum immigrati in Belgio nel 1890. Affascinato e appassionato dal mestiere, vera e propria arte, del padre Pellegrino, decide fin da ragazzo di seguirne le orme dedicandosi alla scultura. Iscrittosi ai corsi serali dell’accademia di Belle Arti di Bruxelles, si diploma con il massimo dei voti, ottenendo 4 premi per le sue sculture ed una medaglia d’oro.Nel 1957 stipula un contratto con la Walt Disney per la realizzazione dei più famosi personaggi del cartoonista americano, ma ben presto decide di abbandonare questi soggetti per dedicarsi alla creazione di modelli frutto della propria arte e fantasia e di oggetti per l’arredamento di esterni, per i quali inventa una particolare composizione chimica che li rende resistenti all’umidità e che gli consente di concorrere con gli arredi in plastica.Nel 1994, su commissione dell’Associazione Lucchesi nel Mondo di Bruxelles, realizza un busto di Giacomo Puccini in gesso bronzato, poi donato al Comune di Ixelles in occasione del 70° anniversario della morte del compositore lucchese. Una copia di questo busto è stata da lui donata nel 2010 al Museo Pucciniano di Celle di Pescaglia. Insignito di vari riconoscimenti dal Governo belga e dalla città di Bruxelles ha ricevuto il Gran Premio Charles Bils

Oreste Marcos Giurlani Quilici Nato nel 1948 in Svizzera, si diploma presso la Notre Dame International School di Roma e prosegue poi gli studi all’Alfred University di New York. Laureatosi in ingegneria inizia a lavorare con grandi risultati nell’impresa di costruzione del padre, Mario Giurlani Lera, che emigrato da Lucca in Venezuela aveva fondato negli anni Cinquanta una florida ditta prima denominata Codeca poi, dal 1972, Corporacion Maramar. Padre e figlio seguono la progettazione e la costruzione di numerosi, importanti edifici a Caracas: tra cui Las Torres del Silencio, - Centro Simon Bolivar, il Palacio Blanco, l’edificio de la Secretaria de la Presidencia, nonché la ristrutturazione della piazza Andres Bello. L’azienda amplia negli anni, sotto la direzione di Oreste, la sua esperienza ed il suo ambito di attività verso l’ingegneria idraulica, l’urbanistica e grandi opere di ingegneria civile, tra cui ponti, autostrade, centri commerciali. Sviluppa inoltre il settore delle costrizioni monoblocco con l’impiego di particolare pannelli per edifici ad uso abitativo.

Elena Ienco Nata nel 1960, originaria di Seravezza, emigra in Belgio e qui rappresenta il tipico esempio di nuova emigrazione, culturalmente ed economicamente emancipata. Laureata in Giurisprudenza decide di seguire la propria passione ed il proprio talento dedicandosi alla danza classica. Ammessa alla prestigiosa Royal Ballet School di Londra, si diploma nel 1978. Si perfeziona poi in altre tipologie di danza: jazz, moderna, contemporanea, indiana, di carattere e claquettes con i più famosi artisti italiani e stranieri. Si diploma ulteriormente presso l’Accademia di danza di Roma e dal 1980 apre una proprio Scuola, conosciuta ed apprezzata a livello internazionale, dedicandosi anche alla Danza terapia. A partire dagli anni Novanta studia con particolare passione le danze medievali e rinascimentali, allestendo spettacoli per le più importanti reti televisive europee. Accanto alla sua attività professionale è da sempre molto impegnata nelle attività benefiche organizzando, tra le altre iniziative, l’annuale Nato Charity Bazar che, realizzata a Bruxelles, raccoglie fondi per le azioni umanitarie di numerose associazioni internazionali.

Sara Lucchesi

Nata a Melbourne nel 1983 è originaria di Tereglio, Coreglia Antelminelli. Dopo essersi diplomata, vince una borsa di studio bandita dal Comune di Darebin e dall'Università Latrobe di Melbourne, laureandosi nel 2004 con il massimo dei voti presso la Facoltà di Economia e Commercio. Inizia subito a lavorare alla Ray Morgan Research come analista dati, e in breve tempo, per le sue spiccate doti professionali e le capacità manageriali, diviene capogruppo della filale di Gamin, e, successivamente, direttrice del settore contabilità. Coinvolta fin da giovane dai genitori nella diverse attività organizzate a Melbourne dal Toscana Social Club, aderisce entusiasticamente fin dalla sua fondazione al Club I Girasoli, gruppo giovanile del circolo. Giunta in Italia con una borsa di studio bandita dalla Regione Toscana, ha modo di conoscere ed amare ancora di più la Lucchesia e, rientrata in Melbourne, decide di adoperarsi per favorire il recupero del rapporto tra le giovani generazioni di oriundi e la loro terra di origine. Eletta coordinatrice dei gruppi giovanili toscani dell'Australia, ha contribuito in modo fondamentale a promuovere tra i giovani la riscoperta e la conoscenza della cultura, della storia, dell'industria, insomma del "volto nuovo" della Toscana e della Lucchesia, conciliando con grande destrezza il proprio impegno nell'ambito dell'associazionismo e la carriera lavorativa. Nonostante, o forse grazie, alla sua giovane età ha ben compreso l'importanza di riaccendere e mantenere vivo nelle giovani generazioni l'attaccamento all'Italia e l'orgoglio per le proprie origini e tradizioni.

Giorgio Mei Nato a Ruota di Compito, Capannori, nel 1935, giunge negli Stati Uniti nel 1954. Inizia subito a lavorare come cuoco presso il famoso ristorante Italian Village di Chicago. Subito apprezzato per la sua arte di accostare con gusto ed armonia i più tradizionali sapori dell'Italia, in breve tempo diviene primo cuoco del ristorante. Dopo 12 anni, nel 1966, con intraprendenza, coraggio ma anche certezza nelle proprie capacità, decide di mettersi in proprio aprendo un suo locale, sempre a Chicago, che chiama Villa Toscana, dotato di un'ampia sala bachetti e capace di più di 250 coperti. Grazie all'immediato successo ottenuto, apre nel giro di pochi anni anche un secondo locale, il Club House Cafe.Dopo aver tramandato ai propri figli l'arte ed i segreti della più tipica cucina toscana ed italiana decide di ritirarsi, ma, attaccatissimo alla sua Lucca, all'Associazione Lucchesi nel Mondo ed al Mazzini Verdi Club di Chicago, mette a disposizione la sua esperienza e la sua professionalità per la cura e la realizzazione delle feste e dei banchetti organizzati dal circolo.

Paolo Mori Nato nel 1944 a San Lorenzo a Vaccoli, Lucca, emigra nel 1960 con la famiglia stabilendosi a Montreal. Dopo appena 15 giorni inizia a lavorare per un negozio di generi alimentari, recapitando, con la bicicletta, la spesa a casa dei clienti. Dopo cinque settimane, trova impiego in una grossa ditta di salumi,la Roma Foods. Ha però già scoperta la sua grande passione, lo sport. La bicicletta è per lui molto più di un hobby: nel 1961 partecipa come esordiente a numerose gare ciclistiche vincendole tutte. Di corsa in corsa, nel 1966 diventa campione canadese di ciclismo su strada. Lasciato questo sport nel 1969, entra a far parte, dal 1976 al 1979 della squadra olimpionica canadese di tiro al piattello, vincendo numerosissime gare. Ma non raccoglie meno successi e non è meno eclettico sul lavoro: nel 1968 si mette in proprio aprendo una ditta di generi alimentari. Nel 1970 è comproprietario di una azienda di prodotti chimici. Nel 1982 acquista un salumificio con più di ottanta impiegati. Ormai acquisita una solida posizione imprenditoriale ed economica, si lancia in più di una attività. Nel settore della ristorazione acquista nel 1986 tre ristoranti nella regione della Val d'Or, che rivende dopo alcuni anni per divenire proprietario un quarto ristorante con oltre 250 coperti. Ora cura principalmente lo sviluppo e la realizzazione di alcuni ampi ed importanti progetti di edificazione, a carattere residenziale e commerciale. Presidente del Club Sociale Toscano di Montreal nel biennio 1974 - 1976, ha sostenuto numerosissime raccolte benefiche, ha contribuito alla realizzazione di significativi progetti umanitari e, non dimentico della propria passione per lo sport, si è impegnato nell'organizzazione di molte iniziative agonistiche e non.

Sergio Nibbi Nato a Carraia, Comune di Capannori, nel 1935, emigra negli Stati Uniti all’età di tre anni assieme ai genitori. Sergio, unitamente al fratello minore Larry, è proprietario della compagnia di costruzioni Nibbi Brothers, che, una volta ereditata dal padre, in pochi anni, con grande volontà, perseveranza e duro lavoro, riuscirono a trasformare da piccola impresa ad una delle aziende più conosciute e stimate in San Francisco e nelle Bay Area. Diffusa ed importante è l’attività filantropica da lui svolta nei confronti di molte società, enti culturali ed associazioni di beneficienza, tra cui, l’Università di San Francisco, i Boy’s of Italy, il Pensinsula Hospital Foundation, la San Francisco Museum and Historical Society, l’American Cancer Society. Da ricordare poi come, nel 1993, insieme al fratello, entra a far parte della società che acquista la squadra di baseball dei San Francisco Giants, vincendo tra l’altro il campionato nazionale.

Daniel Orsi Nato nel 1987 a Montreal, ma orgogliosamente di origine capannorese, dopo gli studi superiori si iscrive all'Università di Montreal che frequenta sin quando, nel 2006, tramite il progetto di mobilità universitaria Overseas si trasferisce a Bologna. La scelta dell'Italia non è solo legata ai suoi interessi storici e di studio, che riguardano principalmente l'Europa nell'età moderna, ma alla precisa intenzione di riavvicinarsi a quella terra da cui i suoi genitori emigrarono nel secondo dopoguerra. Dopo l'anno accademico trascorso in Italia, anziché rientrare a Montreal decide di iscriversi, sempre a Bologna, al corso di laurea in Lettere. Qui, nel 2010, consegue la laurea con il massimo dei voti, presentando una tesi dedicata all'analisi del movimento riformatore lucchese, alle sue origini ed alla sua dispersione, trattando le idee religiose riformate a Lucca nel sedicesimo secolo. Nell'ambito universitario ha già ricevuto la medaglia del Tenente Governatore del Quebec per la gioventù, conferita per l’eccellenza negli studi e l'impegno nella comunità, e la medaglia della Camera di Commercio di Montreal per le scienze umane e le lingue. Ma il suo interesse per l'emigrazione lucchese si estende dal passato al presente, e con lo stesso metodo, con la stessa passione e lo stesso entusiasmo con cui ha saputo rileggere e riproporre le vicende dei secoli lontani, andando oltre la sfera accademica, dedica tempo ed energie alla costituzione del Club Toscana Giovane di Montreal ricoprendo successivamente il ruolo, dal 2005 ad oggi, di coordinatore delle associazioni dei giovani toscani in Nord America. In questa veste, con puntualità, metodo e notevole capacità ha partecipato a rafforzare e migliorare le iniziative promosse dalla Regione Toscana per le giovani generazioni, che soprattutto in Nord America, hanno più difficoltà nel recupero del rapporto con la terra di origine.

Anthony Gerlad Poli Nasce nel 1952 a Pittsburgh. Suo nonno era emigrato da Barga nel 1908, aprendo nella capitale della Pennsylvania, uno studio di figurinaio, nel quale creò pregiati capolavori in gesso, soprattutto nel genere dell’arte sacra. L'attività fu proseguita da suo padre, laureatosi architetto al Carnegie Institute of Tecnology e proprio dal padre Antonio eredita la passione per l'arte, laureandosi a sua volta in architettura presso il prestigioso Massachussets Institute of Tecnology di Boston. Capace e brillante, assieme ad alcuni soci apre un proprio studio di architettura che impiega quattordici persone e cura la realizzazione di progetti in Pittsburgh e nei dintorni, sia per privati che per enti pubblici tra cui la Carnegie Mellon University, l'Università di Pittsburgh e numerose scuole. Dal 2004 fa parte del consiglio direttivo dall'associazione Lucchesi nel Mondo della sua città di cui è, dal 2010, vice presidente.

Maria Amilda Rovai Nata a Cordoba, Argentina, nel 1940 da famiglia originaria di Capannori, si laurea in psicologia presso l’Università di Buenos Aires. Appassionata e capace studiosa, avendo vinto una borsa di studio bandita dalla Repubblica Argentina per il contenimento dell’uso delle droghe, ottiene il master come operatore socio terapeutico nel campo della tossicodipendenza. Continua ad ampliare ed aggiornare le sue conoscenze nel campo della psicologia tramite la partecipazione a numerosi seminari e corsi di perfezionamento dedicati in particolare alle terapei di coppia, alla mediazione familiare ed alla mediazione in ambito penale. Per le sue alte e specifiche competenze ottiene la docenza di molti seminari, divenendo poi titolare della cattedra di psicologia giuridica, istituzionale e sociale presso l’Istituto superiore Populorum Progressio di Jujuy. Già direttrice del gabinetto criminologico del servizio penitenziario della provincia di Jujuy, è attualmente a capo del servizio di mediazione del Tribunale superiore di giustizia della provincia di Cordoba.

Josè Silva Cesaretti Siwady Il nonno Pasquale emigra da Capannori al Messico nel 1903. Pur lontano porta sempre nel cuore l’amore per la Lucchesia, lasciata alla ricerca di miglior fortuna e tramanda questo sentimento a tutti i suoi discendenti. Suo nipote Josè nasce nel 1959. Laureato in dermatologia all’Università Autonoma del Nuoevo Leon, si specializza poi presso l’Università di Tulane a New Orlenas. Da più di 25 anni opera nel campo della dermatologia medica, chirurgica e laser, dedicandosi in modo particolare all’applicazione delle tecnologie d’avanguardia nella clinica Medipiel, da lui stesso fondata e diretta. Attualmente la sua clinica, dotata della migliore tecnologia è fra le infrastrutture mediche d’eccellenza del Messico. E’ inoltre proprietario della catena per la vendita di medicine e prodotti dermatologici Farmacia Propiel.
Membro fondatore e già presidente della Società Messicana di Chirurgia Dermatologica ed Oncologica, è stato membro del consiglio di amministrazione dell’International Society of Cosmetic and Laser Surgeons, cofondatore ed editore della rivista medica “Dermatologia cosmetica e chirurgica”, membro dell’Accademia Messicana di Dermatologia nonché di quella statunitense. E’ stato conferenziere e relatore in innumerevoli congressi e corsi di specializzazione in Messico ed in altri Paesi.

Padre Giuseppe Viani Nato a Lucca nel 1943, entra a far parte della Congregazione della scuola di carità (Istituto Cavanis) di Possagno, provincia di Treviso. Diventa poi novizio nella casa del Sacro Cuore di questa stessa città, quindi presbiterio nel 1969. Consegue la laurea in Filosofia presso l’Università Cattolica di Milano. Dal 1969 al 1977 insegna in varie città di Italia fino a quando, nel novembre del 1977 si trasferisce in Brasile, nello Stato del Paranà, dove diviene rettore il Seminario di Santa Cruz della città di Castro. Parroco, negli anni, di diverse comunità, diviene Superiore Provinciale dello Stato di San Paolo nel 2006. Ovunque si è adoperato senza risparmio per diffondere la fede, spronare i più disagiati al miglioramento della propria condizione sociale ed economica, ideare e sviluppare progetti ed iniziative per la riscoperta della dignità dell’uomo e per l’assistenza ai più bisognosi. Seguendo i principi dei padri fondatori della Congregazione dei Cavanis, in ogni realtà ha sempre posto grande attenzione all’educazione dei bambini e dei ragazzi, creando o rinnovando case famiglia, centri di accoglienza, convitti. Tra le sue più importanti opere già giunte a compimento ricordiamo la creazione della casa Clamor Cavanis Aldo Menghi in Castro, tanto utile sotto l’aspetto sociale avendo quale finalità la promozione gratuita dell’accoglienza e dell’educazione degli adolescenti e dei giovani abbandonati.