Tu sei qui

P.E.C. - Posta Elettronica Certificata

La Posta Elettronica Certificata (P.E.C.) è il sistema che permette di inviare e ricevere e-mail con valore legale. La PEC è la versione digitale della raccomandata con ricevuta di ritorno e punta a rendere più immediati, sicuri ed economici tutti gli scambi di informazioni tra pubbliche amministrazioni, imprese e professionisti.

Per saperne di più: cosa è e come funziona, normativa, Pec per l'azienda, FAQ

Obbligo della PEC per le società e per le imprese individuali

Tutte le imprese, non soggette a procedura concorsuale devono:

  • munirsi di una casella PEC
  • iscrivere il relativo indirizzo nel Registro delle imprese
  • mantenere attiva nel tempo la propria casella PEC

L'indirizzo PEC può essere iscritto, e continuare ad esserlo, solo se valido, univoco ed attivo: in particolare, deve risultare nella titolarità esclusiva dell'impresa.
La prima comunicazione al Registro Imprese che le successive modifiche del solo indirizzo di posta certificata sono esenti da imposta di bollo e da diritti di segreteria, sia per le imprese individuali che per le società.

Nel sito www.registroimprese.it è prevista una procedura semplificata on line per comunicare l’indirizzo PEC.

In caso di mancanza di una PEC valida, l'ufficio Registro delle imprese deve sospendere le domande di iscrizione presentate dall'impresa (diverse dalla comunicazione della PEC), assegnare un termine per la comunicazione della PEC e, nel caso in cui l'impresa non effettui la comunicazione richiesta, rigettare la domanda applicando una sanzione pecuniaria. Inoltre, l'ufficio può effettuare controlli sulla validità della PEC iscritta e avviare procedimenti per la cancellazione d'ufficio della PEC che non risulti valida, univoca e attiva (vedi normativa vigente e direttiva congiunta dei Ministeri dello Sviluppo economico e della Giustizia in vigore dal 13 luglio 2015.