Tu sei qui

Mediazione: cosa è

La mediazione è uno strumento innovativo di risoluzione delle controversie basato su una procedura riservata, nella quale un soggetto neutrale, detto mediatore, aiuta le parti a raggiungere un accordo soddisfacente per entrambe anche con la formulazione di una proposta per la risoluzione della lite.

E’ un modo semplice e rapido per risolvere le controversie che possono nascere in qualunque ambito civile e commerciale che riguardi diritti disponibili. Il mediatore non è un giudice, ma un “facilitatore” che ha il compito di agevolare il dialogo tra le parti per condurle ad una soluzione condivisa da entrambe. Pertanto, nessuna decisione viene loro imposta.

Il verbale di conciliazione, sottoscritto dalle parti e dai loro avvocati oppure omologato dal Presidente del Tribunale, costituisce titolo esecutivo.

Mediazione volontaria e obbligatoria

Dal punto di vista dei rapporti con il processo, la legge distingue tra due tipi di mediazione:

  • obbligatoria (ex lege o per ordine del giudice), quando per poter procedere davanti al giudice, le parti debbono aver tentato senza successo la mediazione
  • facoltativa, cioè scelta dalle parti;

Mediazione preventiva obbligatoria

In via sperimentale, fino al 20 settembre 2017, la mediazione è obbligatoria nelle seguenti materie:

  • condominio
  • diritti reali
  • divisione
  • successioni ereditarie
  • patti di famiglia
  • locazione
  • comodato
  • affitto di aziende
  • risarcimento del danno derivante da responsabilità medica e sanitaria e da diffamazione con il mezzo della stampa o con altro mezzo di pubblicità
  • contratti assicurativi, bancari e finanziari

In questi casi, la parte che intende agire in giudizio ha l’onere di tentare preventivamente la mediazione, con l’assistenza di un avvocato.

Mediazione facoltativa o volontaria

Riguarda le controversie che vertono in materie diverse da quelle obbligatorie, ma che riguardano comunque diritti disponibili. In questo caso sono le parti che volontariamente decidono di tentare la mediazione. Nella mediazione volontaria le parti possono scegliere di farsi assistere da un qualunque professionista di loro fiducia oppure di partecipare da sole.