Tu sei qui

Imprenditore agricolo

E’ imprenditore agricolo chi esercita una delle seguenti attività: coltivazione del fondo, selvicoltura, allevamento di animali e attività connesse.
Per coltivazione del fondo, per selvicoltura e per allevamento di animali si intendono le attività dirette alla cura e allo sviluppo di un ciclo biologico o di una fase necessaria del ciclo stesso, di carattere vegetale o animale, che utilizzano o possono utilizzare il fondo, il bosco o le acque dolci, salmastre o marine.
Si intendono comunque connesse le attività, esercitate dal medesimo imprenditore agricolo, dirette alla manipolazione, conservazione, trasformazione, commercializzazione e valorizzazione che abbiano ad oggetto prodotti ottenuti prevalentemente dalla coltivazione del fondo o del bosco o dell’allevamento di animali, nonché le attività dirette alla fornitura di beni o servizi mediante l’utilizzazione prevalente di attrezzature o risorse dell’azienda normalmente impiegate nell’attività agricola esercitata, ivi comprese le attività di valorizzazione del territorio e del patrimonio rurale e forestale, ovvero ricezione ed ospitalità come definite dalla legge (art. 2135 c.c.).

Unità locale agricola

Per unità locale di impresa agricola (c.d. unità aziendale) si intende l’impianto (fattoria, caseificio, silos, oleificio, ecc.) funzionalmente autonomo e fisicamente distinto dalla sede d’impresa dove si esercitano attività relative o connesse a quella esercitata dall’impresa.
Qualora l’unità locale sia ubicata in una provincia diversa da quella della sede principale, la denuncia di apertura, modifica e cessazione deve essere presentata unicamente all’ufficio della provincia in cui l’unità locale è ubicata. L’ufficio ricevente provvederà a dare immediata comunicazione della denuncia all’ufficio della sede principale dell’impresa.

Per informazioni sulla presentazione delle pratiche al Registro delle Imprese è possibile consultare la Guida Unica per la Toscana nella quale, per ogni singolo adempimento, sono riportate tutte le informazioni utili, inclusi termini di presentazione, eventuali allegati, bolli e diritti dovuti.

Termini

Entro 30 giorni dalla data di inizio attività.

Quale documentazione presentare

L'impresa individuale deve presentare Modello in bollo firmato e accompagnato da copia di documento di riconoscimento in corso di validità:

  • se l'imprenditore sottoscrive il modello direttamente allo sportello camerale è sufficiente che esibisca un valido documento d'identità;
  • se la domanda è spedita per posta o presentata da un incaricato, deve essere sostituita dal titolare e accompagnata da copia di documento di riconoscimento in corso di validità.

Le società devono presentare Modello S5 informatico sottoscritto con firma digitale del legale rappresentante.