Tu sei qui

Glossario Metrologia legale

Fabbricanti metrici

Con questo termine ci si riferisce a qualunque soggetto che fabbrichi o ripari strumenti metrici. Per diventare fabbricante metrico occorre:

  •     munirsi di un’adeguata attrezzatura adatta al tipo di attività che si intende intraprendere
  •     presentare all'ufficio un'impronta per il marchio con cui verranno vincolati gli strumenti metrici
  •     preparare due targhette in alluminio, eventualmente con incastrato un piombino per la pinza, su cui imprimere l'impronta dei vari punzoni, che dovranno contenere almeno il nominativo della ditta, l'indirizzo e il marchio
  •     presentare apposita dichiarazione da presentare alla Prefettura per il tramite dell'ufficio metrico;

Ogni strumento prodotto, prima di essere introdotto in commercio, deve essere ammesso a una verifica detta “prima” da parte del Ministero Attività Produttive attraverso un provvedimento di approvazione.

Al fine di ottenere l’ammissione a verifica metrica il fabbricante metrico può, opportunamente, seguire tre diverse procedure:

  • Procedura per ottenere l’ammissione a verifica metrica nazionale di uno strumento con Decreto Ministeriale
  • Procedura per ottenere uno strumento per pesare a funzionamento non automatico con certificato CE
  • Procedura per ottenere l’approvazione di uno strumento con certificato CEE

Verifica prima

Consiste nella verifica degli strumenti metrici, prima della loro immissione sul mercato, presso le aziende che li fabbricano. L'attività è disciplinata dal D.M. n. 179 del 28/3/00.

Verifica periodica

E' la verifica degli strumenti metrici presso gli utilizzatori, al fine di verificarne, nel tempo, il corretto mantenimento e la corretta funzionalità. L'attività è disciplinata dal D.M. n. 182 del 28/3/00.

Collaudi di posa in opera di strumenti fissi

Consiste nella verifica di strumenti fissi sul posto in cui dovranno operare, prima della loro utilizzazione (ad esempio, distributori di carburanti, strumenti per pesare ancorati al terreno, convertitore di volume etc.) Tale controllo è indispensabile per l’autorizzazione della messa in esercizio degli strumenti.

Rilegalizzazione

Vuol dire riconduzione a forma legale a seguito dell’intervento dell’ufficio metrico su tutti gli strumenti metrici utilizzati nei rapporti con terzi, nell’eventualità che i vincoli di chiusura dello strumento stesso vengano rimossi per riparazione o per altri interventi .

La riparazione può essere effettuata dagli stessi fabbricanti o riparatori metrici o da chiunque ne sia capace qualora sia stato emesso ordine di aggiustamento dall’ufficio metrico.

Secondo il decreto sulla disciplina della verifica periodica (28/3/00 n. 182), però, l'istituto è equiparato a una nuova verifica periodica.