Tu sei qui

Disegno e modello

Proteggono l’aspetto esterno del prodotto che sia privo di valori funzionali, ed abbia quindi un rilievo puramente estetico, senza però che sia richiesta la presenza di una particolare gradevolezza. Il titolo di protezione di questi ultimi è detto registrazione e non brevetto.
Esempi: Oggetti industriali o artigianali, compresi tra l’altro i componenti che devono essere assemblati per formare un prodotto complesso, gli imballaggi, le presentazioni, i simboli grafici e caratteri tipografici, esclusi i programmi per elaboratore.

Requisiti per la registrazione

  • Novità: é nuovo se nessun disegno o modello identico è stato divulgato anteriormente alla data di presentazione della domanda di registrazione ovvero, qualora si rivendichi la priorità, anteriormente alla data di quest’ultima. La novità deve riguardare non la forma bensì il prodotto industriale in quanto caratterizzato da quelle linee, contorni, colori, forma o nornamento.
  • Individualità: Un disegno o modello ha carattere individuale se l’effetto suscitato nell’ utilizzatore si rende distinguibile da ogni altro disegno e modello che sia stato divulgato prima.
  •     Non possono costituire oggetto di registrazione come disegni o modelli quelle caratteristiche dell’aspetto del prodotto che sono determinate unicamente dalla funzione tecnica del prodotto stesso.

La durata del titolo è quinquennale ed è prorogabile per quinquenni fino ad un massimo di 25 anni.

Procedura per la registrazione

Per la presentazione della domanda è necessario concordare un appuntamento con l'ufficio. La domanda sarà inserita attraverso il nuovo sistema di deposito dell’UIBM, che rilascerà una ricevuta di trasmissione ed un facsimile del modello F24 con tutti i codici necessari per effettuare il versamento delle tasse.
Si invita a:
inviare il modulo in formato PDF qualche giorno prima del deposito all'indirizzo di posta elettronica:  brevetti@lu.camcom.it indicando anche il n° di telefono per eventuali contatti. E' importante attendere una conferma da parte dell'ufficio sia per la completezza della domanda che per il deposito.

Documentazione necessaria

  • domanda in 2 copie del Modulo ed eventuale Foglio aggiuntivo (per la compilazione si possono consultare le Istruzioni ministeriali)
  • descrizione (non obbligatoria ma può servire a spiegare in modo più dettagliato le caratteristiche del prodotto da tutelare)
  • disegni o foto del modello o dei modelli; è obbligatorio allegare n. 1 esemplare dei disegni o foto
  • n. 1 marca da bollo nel caso si richieda una copia utentica
  • diritti di segreteria
  •  Le tasse governative saranno versate con F24  successivamente  al deposito

compilare una pagina  per foglio e non stampare fronte-retro

Con una stessa domanda può essere richiesto il brevetto per diversi modelli, purché destinati ad essere incorporati in oggetti inseriti nella medesima classe della classificazione internazionale formata ai sensi delle disposizioni di cui all’accordo di Locarno dell’ 8 ottobre 1968 e successive modificazioni, ratificato con legge 22 maggio 1974, n. 348.
Proroga della durata della registrazione di un disegno o modello
La registrazione è valida per i primi 5 anni a partire dalla data di presentazione della domanda. Per mantenere in vita un disegno o modello registrato, il titolare è tenuto a corrispondere all'UIBM gli importi dei diritti di proroga. Tali importi devono essere versati entro la scadenza del quinquennio in corso (per il calcolo si terrà conto della data di deposito) ovvero dell’ultimo giorno utile del mese in cui è stata depositata la domanda.
Trascorsi i termini, il pagamento è ancora possibile, nei sei mesi successivi, con l'applicazione di una sovratassa per ritardo. Al termine di questo ulteriore periodo, se il titolare non effettua il pagamento dei diritti, il titolo è dichiarato scaduto.
Il pagamento dei diritti di proroga deve essere effettuato con il modello F24 che può essere ritirato presso l'Ufficio Marchi e Brevetti della Camera di Commercio. Opopure può essere scaricato presso l'Uibm accreditandosi alla procedura di deposito telematico.