Tu sei qui

Credito d'imposta alle strutture ricettive turistico-alberghiere

Il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo ha previsto, a partire dal 2015, la concessione di un credito d'imposta alle strutture ricettive turistico-alberghiere.

Beneficiari

Il credito d'imposta è concesso a strutture alberghiere, esistenti alla data del 1° gennaio 2012, così definite: strutture aperte al pubblico, a gestione unitaria, con servizi centralizzati che forniscono alloggio, eventualmente vitto ed altri servizi accessori,  in  camere situate in uno o più edifici, composte da non meno di sette camere per il pernottamento  degli  ospiti; sono strutture alberghiere gli alberghi, i villaggi albergo, le residenze turistico-alberghiere,   gli alberghi diffusi, nonché quelle individuate come tali dalle specifiche normative regionali.

Oggetto

Il credito è concesso per interventi di:

  • ristrutturazione edilizia
  • eliminazione delle barriere architettoniche
  • incremento dell'efficienza energetica
  • acquisto di  mobili  e componenti   d'arredo  

Il credito è riconosciuto, in de minimis, nella misura del trenta per cento per le spese sostenute dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2016 ed è ripartito in tre quote annuali di pari importo.

Dal 1° gennaio al 28 febbraio dell'anno successivo a quello di effettuazione delle spese, le imprese interessate presentano al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo apposita domanda per il riconoscimento del credito d'imposta, secondo modalità telematiche definite dal Ministero stesso.